Crea sito

Windows                                           

“Il sistema operativo viene continuamente sviluppato in quanto servizio, non più in quanto prodotto finito. In quest’ottica lo sviluppo da qui in poi sarà organico e aggiornamenti verranno rilasciati con frequenza, appena raggiunto un soddisfacente livello di stabilità. Si fa riferimento a Windows 10 come all’ultima versione di Windows, in quanto d’ora in poi la versione tenderà a slittare in secondo piano, forte di una piattaforma software modulare sempre aggiornata ed in costante evoluzione.” https://it.wikipedia.org/wiki/Sviluppo_di_Windows_10

Funzionalità principali

 

 

(nozioni tratte da Help di Windows https://en.wikipedia.org/wiki/Features_new_to_Windows_10 e https://www.aranzulla.it/come-usare-windows-10- 1068757.html#chapter1 )

Il desktop è l’area principale dello schermo che viene visualizzata quando si accende il computer e si accede a Windows. Analogamente al piano di una scrivania, funge da superficie di lavoro.

Quando si avvia un programma o si apre una cartella, questi vengono visualizzati sul desktop. È inoltre possibile disporre liberamente sul desktop oggetti come file e cartelle.

La barra delle applicazioni occupa la parte inferiore dello schermo, indica i programmi in esecuzione e consente di passare dall’uno all’altro. Contiene inoltre il pulsante Start , che consente di accedere a programmi, cartelle e impostazioni del computer.

 

Utilizzare le icone del desktop

Le icone sono piccole immagini che rappresentano file, cartelle, programmi e altri elementi. Facendo doppio clic su un’icona del desktop viene aperto o avviato l’elemento corrispondente.

 

combinazioni di tasti generali

 

Windows+I, per aprire le Impostazioni di Windows. (rotella che si trova nel menu Start )

 

Windows+Tab ↹, Task View è un task switching and virtual desktop

 

Alt+F4, per chiudere una finestra attiva di Esplora file o un software.

 

Alt+Tab, per passare da una finestra attiva all’altra

 

Ctrl+Maiusc+Esc, per avviare il Task Manager.

 

Windows+D, per mostrare e nascondere le finestre aperte sul desktop.

 

Windows+[.] (il segno di punteggiatura “punto”), apre la tastiera Emoji.

 

 

 

 

Il menu start

 

Rappresenta il principale punto di accesso ai programmi, le cartelle e le impostazioni del computer.

 

Il menu Start di Windows 10 mostra i software e le applicazioni installate. Puoi però personalizzarlo dalle Impostazioni di Windows (accessibile con la combina- zione Windows+[i] o pigiando sull’icona dell’ingranaggio che si trova nel menu Start)

 

 

Esplora File

 

Nella barra delle applicazioni in basso, c’è l’icona con il simbolo di una cartella, che equivale allo strumento Esplora File di Windows.

 

Questo permette di accedere alle cartelle e ai file presenti sull’hard disk del computer o su unità esterne. Quando accedi a una cartella, puoi visualizzare al suo interno le altre cartelle o file. Se fai clic sulla scheda Visualizza in alto, puoi scegliere come visualizzare le icone dei file, selezionando una delle voci presenti nel riquadro Layout.

 

Windows+E, per aprire Esplora File.

 

  • Ctrl+C, per copiare uno o più file selezionat

 

  • Ctrl+X, per tagliare uno o più file selezionat

 

  • Ctrl+V, per incollare uno o più file copiati (o tagliati) in precedenza.

 

  • Ctrl+Z, per annullare l’ultima operazione effettuata.

 

  • Ctrl+A, per selezionare ogni file presente all’interno di una cartella.

 

  • Maiusc+Canc, per confermare la cancellazione di un file, senza che venga trasferito nel cestin

 

NOTA Modificare menu Start e barra delle applicazioni

 

La barra delle applicazioni di Windows, nel margine inferiore dello schermo, può essere personalizzata spostandola in altre posizioni oppure modificando il modo come vengono combinate le finestre.

 

Per fare ciò, aprire Impostazioni di Windows, usando la combinazione di tasti Windows+[i] o pigiando sull’icona dell’ingranaggio che si trova nel menu Start e premere sulla voce Personalizzazione. Nella barra laterale di sinistra, seleziona la dicitura Barra delle applicazioni, così da visualizzare tutti i parametri per personalizzare questo strumento.

 

 

Impostazioni e Pannello di controllo

 

  • Windows+I, per aprire le Impostazioni di Windows. (rotella che si trova nel menu Start )

Pannello di controllo

 

 

Componente fondamentale che permette agli utenti di vedere e manipolare impostazioni di base del sistema, come aggiungere componenti , installare/ri- muovere , controllare gli account degli utenti, cambiare le opzioni di accessibilità, ecc. In particolare è possibile ispezionare l’hardware del PC per la gestio- ne dei dispositivi. (Nota: molte funzionalità del Pannello di controllo sono più semplici e veloci in Impostazioni )

 

Per aprirlo : Nella casella di ricerca sulla barra delle applicazioni digita pannello di controllo e quindi seleziona Pannello di controllo.

  • Windows Defender Firewall, che garantisce la protezione dai virus e altri file che possono compromettere il funzionamento del sistema operativo stesso. Non è richiesto nessun intervento per attivare Windows Defender, ma si può aprire il suo pannello per eseguire alcune operazioni manuali.
  • backup dei file presenti sul computer e, nel caso di malfunzionamenti del sistema operativo, anche il suo ripristino. Queste funzionalità sono presenti all’interno della sezione

 

  • Aggiornamento e sicurezza, nelle Impostazioni di Windows 1 Nella barra di sinistra, si accede ad esse facendo clic sulle rispettive voci Backup e Ripristino.

 

Il primo strumento permette di eseguire il backup dei file personali presenti sul computer inviandoli a un’unità esterna o un’altra partizione dell’hard disk. Facendo clic sul pulsante Altre opzioni, poi, è possibile indicare la frequenza del backup e le cartelle da includere o escludere dal processo

Gestione attività (task manager)

 

Task Manager (ctrl-alt-canc oppure Ctrl+Maiusc+Es) . Con il task manager è possibile controllare l’attività del PC.

  • Visualizza tutti i processi e le applicazioni in esecuzione
  • Monitora le prestazioni della CPU e della memoria virtuale
  • Visualizza informazioni sulle connessioni di rete

Applicazioni

elenca i programmi in esecuzione e il loro stato

I servizi

Sono “processi o insieme di processi che aggiunge funzionalità a Windows fornendo supporto ad altri programmi. Un servizio può anche essere visto come un’applicazione eseguita in background (in sottofondo), indipendentemente da qualunque sessione di utente. Molti servizi operano a livello molto basso, per

esempio interagendo direttamente con l’hardware.

I Servizi sono visualizzabili ed eseguibili anche attraverso Start, Esegui, services.msc

  • Microsoft Management Console (MMC) è uno strumento amministrativo con interfacciagrafica in grado di ospitare una serie di moduli detti snap-in.

La maggior parte degli snap-in previsti direttamente da Microsoft si richiamano dal Pannellodicontrollo, anche se in teoria possono essere richiamati  da qualsiasi altro punto del sistema operativo. Una raccolta di snap-in è raggiungibile dal collegamento Gestione Computer che fa parte delle voci presenti nella cartella Strumenti di amministrazione. Tra gli snap-in più comuni ricordiamo:

 

  • Gestione Computer (compmgmt.msc)

 

  • Gestione periferiche (devmgmt.msc)

 

  • Gestione disco (diskmgmt.msc)

 

  • Visualizzatore eventi (eventvwr.msc)

 

  • Cartelle Condivise (fsmgmt.msc)

 

  • Servizi (services.msc)

 

  • Criteri di gruppo (gpedit.msc) I file .msc sono associati a questa applicazione

 

I processi

Processi elenca i processi e il relativo utilizzo di risorse.

Sono programmi in esecuzione (come explorer.exe, ovvero Esplora risorse) oppure servizi (come l’utility di pianificazione, una delle tante funzioni del processo svchost.exe).

Un processo è “spazio degli indirizzi virtuale e informazioni di controllo necessari per l’esecuzione di un programma”. In pratica un processo è un programma in esecuzione, un oggetto del sistema operativo che consiste di un programma eseguibile, di un insieme di indirizzi di memoria virtuale e di uno o più thread; un processo è creato quando un programma viene eseguito.

Un thread è una parte di programma che può essere eseguita in modo indipendente, contemporaneamente ad altri thread, così da sfruttare al meglio le risorse hardware. Molte grosse applicazioni, come Photoshop, sono multithreaded, cioè usano più thread per eseguire lavori simultanei su più CPU .

 

Dalla schermata processi è possibile controllare l’occupazione di Cpu e Memoria per singolo processo.

 

  • La colonna Nome immagine utente indica chi ha iniziato il process Nomi quali System, Servizio di rete, Servizio locale sono stati iniziati automati- camente. Ad un dato momento tanti processi sono sospesi, questo significa che sono in attesa di riprendere l’attività. Si possono interrompere processi da questa schermata.

Attenzione tanti processi sono critici per il sistema, arrestandoli la macchina non funziona più.

 

 

 

Monitoraggio Risorse (Task Manager)

(apribile anche da prompt dei comandi : perfmon /res )

Sistema

  • Numero totale di handle, thread e processi in esecuzi

 

  • Handle: consente ad un programma di usare le risorse di sistema, come le chiavi del registro, font e bitm

 

  • Thread: una parte separata di un programma che esegue una singola attività indipendentemente dalle altre parti

 

 

Nel menu contestuale, scegliere la voce Disabilita: in questo modo, al prossimo riavvio del computer, il software disabilitato non verrà più eseguito automaticamente all’accesso di Windows.

 

Su Windows 10, oltre ai programmi, puoi installare le applicazioni disponibili sul Microsoft Store.

 

  • Disinstallare app e software

 

Tutti i software e le applicazioni installati in Windows 10 sono accessibili attraverso il menu Start. Nel caso di disinstallazione di uno di questi, accedere alla sezione App, che si trova nelle Impostazioni .

 

  • Per disabilitare un programma che si avvia automaticamente quando parte Windows 10, premere la combinazione di tasti Ctrl+Maiusc+Esc per aprire il Task Manager (Gestione attività).

 

NOTA Se il tuo computer inizia a essere più lento, vuol dire che hai probabilmente troppi processi attivi all’avvio di Windows

 

 

Memoria fisica (MB)

  • Memoria fisica totale, RAM, installata nel computer.

 

  • Disponibile rappresenta la quantità di memoria disponibile per l’us

 

  • Cache sistema indica la memoria fisica corrente utilizzata per memorizzare le pagine dei file aperti

 

  • Memoria del kernel (KB) – Memoria utilizzata dal kernel del sistema operativo e dai driver di periferica

Memoria assegnata ai programmi e al sistema operativo. A causa della quantità di memoria copiata nel file di paging, denominata memoria virtuale, è possibile che il valore elencato in Picco sia superiore alla quantità massima di memoria fisica

 

(Oppure dal pannello di controlloà strumenti di amministrazione à prestazioni)

 

 

 

 

 

File System

 

Esplora

La voce Computer oppure Esplora (tasto di destra), permette la visualizzazione dell’albero del File System di Windows, oppure dal prompt dei comandi

SPAZIO su DISCO

Con il destro del mouse sull’unità e poi proprietà permette la visualizzazione dei processi attualmente caricati in memoria. L’applet system information lanciato questa volta con accessorià utilità di sistema à m. system information  Su Risorse del computer con il destro del mouse e quindi Gestione.

 

 

 

Schermo

 

Per cambiare la risoluzione dello schermo, fai clic con il tasto destro su un qualsiasi punto vuoto sul desktop e, dal menu contestuale che visualizzi, premi la voce Impostazioni schermo. Dalla schermata che ti viene mostrata, seleziona la risoluzione dal menu a tendina che trovi sotto la dicitura Risoluzione.

 

 

Centro notifiche,

 

Mostra i messaggi provenienti dal sistema e dai software di terze parti. Se non sei interessato a questa funzionalità o non vuoi ricevere specifiche notifiche, puoi disattivarle dal pannello delle Impostazioni di Windows 10.

 

Per fare ciò, premi la combinazione di tasti Windows+[i], fai clic sulla voce Sistema, nella schermata che visualizzi, e pigia poi su Notifiche e azioni, nella barra laterale di sinistra.

 

 

 

 

Account

 

Per tutelare la privacy, impostare una password all’account del PC. P-> Modifica impostazioni account. (NOTA: se si fa fatica a trovare un servizio conviene ricercarlo tramite il campo di ricerca (fig R1)

Nel pannello appena aperto, fai clic sulla voce Opzioni di accesso presente nella barra laterale di sinistra. Scegli adesso uno dei metodi che ti vengono suggeriti per aggiungere una protezione sul tuo account di Windows. Imposta prima di tutto una Password, tramite il pulsante Aggiungi, per poi configurare gli ulteriori sistemi di protezione disponibili, come ad esempio Windows Hello, per utilizzare la tua impronta digitale o il riconoscimento facciale per sbloccare l’accesso al tuo account.

 

Puoi anche impostare un PIN o una Password grafica. Inoltre, puoi impostare il Blocco dinamico, che funziona in un modo simile allo Smart lock di Android, che sblocca l’accesso quando un dispositivo connesso in Bluetooth si trova nelle vicinanze (cfr. comemettereunapasswordalPC)

 

 

 

 

Esercizio: Avvio applicazioni

  • Clic sull’applicazione dal menù Start
  • Doppio clic sul collegamento dell’applicazione dal Desktop
  • Doppio clic sul file eseguibile da Risorse del Computer
  • Avviare applicazioni
  • Avviare l’applicazione con la finestra Esegui del menu del menù Start o da linea di comando
  • Connettere o disconnettere una unità di rete
  • Clic destro su Proprietà per configurare connessioni di rete esistenti, connessioni LAN con cavo o wireless (senza fili)
  • Proprietà schermo : cambiare la risoluzione e la profondità di colore, lo sfondo, il salvaschermo, alimentazione

 

Il prompt dei comandi (cmd)

 

 

Per un per una introduzione si veda : http://www2.ing.unipi.it/~a080066/didattica/esercitazioni/sernano/1_cli.pdf

 

L’Interfaccia a Linea di Comando di Windows (CLI – Command Line Interface – più comunemente conosciuta come “Prompt dei comandi”) fornisce le funzionalità per controllare un calcolatore digitando comandi con la tastiera invece di fare “click” con il mouse su pulsanti, icone e menu come avviene utilizzando l’interfaccia grafica (Windows Explorer).

Per esempio è possibile utilizzare la CLI per:

  • Avviare un programma –
  • Creare una cartella (directory) –
  • Eliminare una cartella –
  • Copiare un file e Eliminare un file e Rinominare un file – et

 

I comandi della CLI di Windows non sono “case in-sensitive”. • Questo significa che è possibile digitare i comandi sia in modalità “UPPER CASE” (MAIUSCOLO), sia in modalità “lower-case” (minuscolo) oppure in modalità mista

Dopo aver digitato un comando della CLI di windows è necessario premere il tasto “Invio” affinché esso venga interpretato ed eseguito dal sistema.

 

Al prompt dei comandi è possibile specificare anche altre informazioni importanti, ad esempio la directory di lavoro corrente, ovvero il percorso, in cui verrà eseguito il comando. Ad esempio, se all’apertura della finestra del prompt dei comandi viene visualizzato il prompt dei comandi C:\> con un cursore lampeggiante alla destra della parentesi uncinata chiusa detto prompt (>), il comando immesso verrà eseguito sull’intera unità C del computer. (http://windows.microsoft.com/it- it/windows/command-prompt-faq#1TC=windows-7)

 

Per aprire una finestra del prompt dei comandi, fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare cmd e quindi fare clic su OK. Per visualizzare la Guida della riga di comando, al prompt dei comandi digitare: NomeComando /?, oppure help

 

 

Questo testo è pubblicato sotto licenza Creative Commons – Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported –

Per le condizioni consulta: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/3.0/deed.it

Le utilizzazioni consentite dalla legge sul diritto d’autore e gli altri diritti non sono in alcun modo limitati da quanto sopra. Il documento è scaricabile da CIF2.0 , sezione download, per fini esclusivamente didattici e non commerciali http://moodle.isisfacchinetti.it/mod/data/view.php?d=21&rid=716

 

E’ possibile richiedere la dispensa in formato cartaceo, all’Ufficio Stampa dell’ISIS Facchinetti

Segnalazioni di errori, critiche e consigli sono molto graditi e possono essere inoltrati a , oppure lasciando un commento al momento del download se siete registrati.